Recensione in pillole: “Abbastanza da tentarmi” di Leila Awad