• gifts-2998593
  • chocolate-3012752_1920
  • orchid-2952074_1920
  • money-2724241_1920
  • advent-2991694_1920
  • book-1760998_1920

Cinque regali di Natale last minute

Ci sono persone che, ogni anno, sono in ritardo colossale con i regali di Natale: non sia mai, infatti, che per esempio io riesca a organizzarmi prima della vigilia, forse per il semplice motivo che non sento più la magia delle feste, come quando ero ragazzina, o forse perché il tempo mi ruba tempo e tutti gli impegni non si collimano mai.
Quindi mi ritrovo sempre (e dico sempre!) con l’acqua alla gola, in questo preciso periodo.
E confesso pubblicamente che devo ancora comprare due o tre pensierini, ma posso farcela, oppure, al massimo, sarò un Babbo Natale fuori stagione… Be’, se distribuisco doni a inizio gennaio, cosa può accadermi di male, oltre a esser scambiata per la Befana?

Ecco, se vi riconoscete nel mio essere natalizialmente distratta e impacciata, siete nel posto (o articolo) giusto!

 

Cioccolata, cioccolata e ancora cioccolata
Chi, davanti a una scatola piena di cioccolatini profumati e buonissimi, arriccerebbe il naso per il disappunto? Credo nessuno, almeno spero, perché il cioccolato è la coccola perfetta nel periodo festivo e soprattutto invernale.

Certo che non bisogna abbuffarsi, l’abbuffarsi fa male all’organismo, ma un cioccolatino di tanto in tanto porta il buonumore: mai sottovalutare la forza del cioccolato, specialmente se donato da chi ci vuole veramente bene (e perciò conosce i nostri gusti!).  

Orchidea is the way
Elegante, profumata, pure sensuale. Il fiore perfetto per la donna d’acciaio che sa quel che vuole, ma dentro di sé porta comunque tanta dolcezza e qualche fragilità.

È il regalo ideale per chi ama prendersi cura degli altri, nonostante i mille impegni, e lo fa con dedizione. L’orchidea, inoltre, nel mondo Occidentale, secondo il linguaggio dei fiori, è «simbolo di un affetto e un sentimento importante e duraturo».
Non pensate sia il dono adatto per una persona speciale che, magari, da un po’ fa parte della vostra vita?

Alla famosa “busta con i soldi” non si dice mai di no
Meno saporito del cioccolato e meno poetico dell’orchidea, ma la “busta con i soldi” è sempre un regalo super gradito. Chi se ne frega dell’importo, potrebbero essere anche 2 € come 20 €! Perlomeno eviteremo di fare inutili regali a coloro che hanno davvero così tanto da non sapere cosa donargli!

Se non siete tipi da “busta con i soldi”, o vi sembra piuttosto strano, potreste ripiegare su un buono regalo, pure virtuale come quello di Amazon.it o Zalando.
Calza a pennello alla gente pragmatica che non si fa tanti problemi davanti alla “busta con i soldi” & co. 

Il tè è il migliore amico dei lettori (dopo i libri!)
E perfino dopo il plaid: poiché non esiste inverno senza romanzo, coperta e tazza fumante. Con l’aggiunta delle lucine dell’albero di Natale nel periodo festivo, of course.

Un cofanetto di buon tè, perciò, sarà l’ideale per i bibliofili accaniti. Potreste, magari, aggiungerci un abbonamento di un mese a Netflix, se i soggetti in questione divorano altresì serie TV.
Badate bene, però, che non a tutti piace il tè (o le tisane), quindi procedete con cautela!

Ovviamente libri
Non potevano mancare, diciamocelo!

Un buon libro, comprato pensando alla persona a cui donarlo, è il miglior alleato per dimostrare quanto conosciamo il nostro amico/a e quanto teniamo a lui/lei.
Dunque: no ai romanzi rosa perché piacciono a noi, ma non a lui/lei; no ai romanzi thriller perché intrigano noi, ma sappiamo per certo che non sarà così per lui/lei; no ai romanzi erotici perché emozionano noi, ma sicuramente annoieranno lui/lei.
Pensate al vostro amico/a, pensate alle cose che dice, quando si parla di letteratura, e comprate quel che il vostro amico/a comprerebbe: il regalo – qualsiasi esso sia! – deve, in primis, piacere al ricevente e non al mittente… Se poi piace a entrambi ancor meglio, eh!

 


Voi siete dei Babbo Natale puntuali… o no?

  • Aru (18 dicembre 2017)

    Io sono un’amante (per non dire drogata XD) di tè! Penso sia uno dei regali più “natalizi” da donare e ce ne sono talmente tante tipologie che anche per gli schizzinosi si trova quello giusto 😀
    baci

    • Rosy Milicia (20 dicembre 2017)

      Anch’io sono un’amante (per non dire drogata) del tè: insomma, non posso iniziare la giornata, se non ho assunto la mia prima dose. xD
      Ahimè, ho scoperto di non poterne bere alcuni tipi, perché mi abbassano la pressione…
      Grazie per il tuo commento! xoxo

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: