Il mio esordio con Amazon Publishing

Ho più volte immaginato questo momento, il momento perfetto (o quasi) in cui l’avrei detto, il momento perfetto (o quasi) in cui sarei uscita dal mio silenzio dopo mesi e mesi di lavoro.
In quest’anno ho imparato a essere una “donna d’azione”, smettendo di parlare e parlare e parlare. Ho deciso di dare vita ai fatti e i fatti, oggi, dopo tanto tempo, raccontano la storia di Accadde una notte d’estate e della sua autrice cresciuta assieme al proprio romanzo.
Un anno fa non avrei mai sognato un traguardo del genere. Allora mi sembrava già folle l’idea di esordire autonomamente, sola in un mare di scrittori affermati, figuriamoci con una casa editrice come Amazon Publishing! Eppure? Eccomi qui, con una cover e una data di pubblicazione…

 

“Una storia d’amore che ha il sapore della vita bella.”

 

 


Eva avrebbe voluto avere in mano uno dei suoi album. Per disegnarlo. Era una dilettante, ma il disegno la rilassava nelle pause tra lo studio, la scrittura e il lavoro. Avrebbe voluto ritrarlo così, con il fumo della sigaretta accesa ad avvolgerlo come leggera nebbia.
Si sistemò a un metro da lui.
Controluce. Controvento. Controvoglia. Controluce, per contemplarlo. Controvento, per condividere la sua aria. Controvoglia, perché si sarebbe voluta rannicchiare nello spazio libero fra le braccia e le gambe di lui, come dieci anni prima, infischiandosene dell’irragionevolezza di quell’impulso.
Voleva sapere se la sua pelle era sempre la sua pelle. Se il suo abbraccio era sempre il suo abbraccio. Se il suo respiro era sempre il suo respiro. Ma evitò di fare qualcosa di cui l’indomani si sarebbe pentita.


 

Accadde una notte d’estate
2 MAGGIO 2017

 

 

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: