JudyReview: “Buonanotte a te”

A CURA DI JUDY ABBOT

È passato Natale, anzi sarebbe meglio dire che sono passati gennaio e febbraio, ma i primi mesi dell’anno non sono mai mesi semplici.

Avevo promesso a Rosy delle recensioni a tema natalizio per il mese di dicembre, avevo pianificato delle letture che alla fine sono andate felicemente a farsi benedire. Perché? Penso sarà capitato a tutti di avere periodi bui, periodi in cui nessuna trama vi colpisce così tanto da farvi perdere la nozione del tempo. Ecco. Questo è quello che mi è successo.

 

Eppure, dopo quasi due mesi di peregrinare come un povero disperso nel deserto del Sahara, alla ricerca di un’oasi per rinfrescarsi, ho scoperto un tesoro. Un tesoro che ha un nome e un cognome: Roberto Emanuelli.
In una delle mie tante soste su Instagram, scorgo il solito estratto sponsorizzato, e poi… colpo di fulmine. Una specie di epifania, di imprinting. Mi sono subito rispecchiata nelle parole che avevo davanti: si trattava di un estratto dell’ultimo libro di Roberto Emanuelli, Buonanotte a te, pubblicato dalla Rizzoli pochi mesi fa.
Già la copertina dice tutto…
«Siamo solo per pochi», possiamo leggere in basso, e io credo sia la verità.
Ed è inutile intestardirci con chi non ci vuole/merita.
In questo bellissimo libro non c’è parola che sia stata messa lì per caso. Ogni singolo pensiero, ogni singolo episodio ha un suo motivo, un suo perché.
L’autore intreccia le storie di due personaggi che di primo acchito sembrano scollegati tra loro, infatti mi sono spesso chiesta quale sarebbe stato il nesso, poi, a un pelo dalla fine, mi sono accorta che – citando uno dei romanzi di Diego De Silva, di cui mi sono innamorata durante gli anni del liceo – Non avevo capito niente.
Non avevo capito davvero niente e… questa è stata un’altra sorpresa.
Durante le mie letture mai mi è capitato di rimanere senza parole e, sono così senza parole, che l’unica cosa che mi viene da dirvi è: leggetelo. Leggetelo perché questo libro merita. Indipendentemente se amate. Indipendentemente se siete state lasciate o avete lasciato. Leggetelo perché Buonanotte a te è un libro unico, splendido… e se non ne siete ancora convinti sono sicura questo estratto vi convincerà.

 

Gli accapo errati, presenti in questi screenshot, sono dovuti all’impostazione dello zoom della mia app Kindle.

 


 

Titolo: Buonanotte a te
Autore: Roberto Emanuelli
Editore: Rizzoli
Prezzo: € 9,99 – € 18,90
Pagine: 362

Capita a tutti, sai? Capita a tutti di guardare le stelle, prima di addormentarsi, e desiderare che ci regalino qualcosa di buono. Capita a tutti, alla fine di una giornata storta, di sperare che quella dopo sia migliore. Capita a tutti di credere nel destino. Ma il destino, a volte, è solo una scusa. Il destino esiste se noi ne siamo padroni: lui ti passa accanto, sta a te decidere se coglierlo al volo o lasciarlo andare. È quello che succede ai protagonisti di questa storia. Due coppie, due mondi apparentemente lontanissimi che si sfiorano come universi paralleli, con un unico vero punto di contatto: l’amore. Sally è giovanissima, esplosiva e passionale, cerca la sua strada e vive sempre alla massima intensità. Quando canta, la sua voce è pura magia; quando ama, dà tutta se stessa, anche se sa che chi mette il cuore nelle mani di qualcun altro spesso rischia di farsi male. Simone, invece, ha trentacinque anni e si è già perso. Dell’amore sembra essersi dimenticato, perché ha fatto altre scelte: lavoro, soldi, successo, un futuro già scritto in cui adesso fa fatica a riconoscere i suoi sogni. Eppure basta così poco per essere felici: sono i piccoli gesti quelli che ti cambiano la vita. Ed è grazie a un piccolo, grande gesto che i destini di Sally e Simone si incroceranno in un modo magico e inaspettato. Perché l’amore non è quello che poteva essere e non è stato, ma quello che sarà, se lo vorrai…

 


 

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: