Recensione: “Il resto della storia” di Sarah Dessen

A CURA DI YLENIA VALDESTURLI

 

Il resto della storia di Sarah Dessen mi ha dato non pochi problemi, e non perché non mi sia piaciuto, ma perché mi ha fatta piangere in diverse occasioni.

Sicuramente avete sentito parla di Sarah Dessen più di una volta, in Italia e non solo: ha scalato le classifiche americane, regalando a migliaia di lettori storie indimenticabili.

 

Visto che di questo libro ho ricevuto il formato cartaceo – per cui ringrazio la casa editrice Harper Collins mille volte! –, vorrei parlarvi dell’impaginazione e di tutto quello che ne consegue.
Parto dalla copertina dicendovi che mi è piaciuta molto.
Anche solo a leggere la trama capirete cosa vi sia dietro. È molto semplice e, onestamente, l’ho apprezzata rispetto alle varie copertine che fanno solitamente le altre case editrici.
Harper Collins mi hai proprio stregata, l’impaginazione poi è perfetta. Ben centrata, con un font delineato e visibile che mi ha permesso di non affaticare la vista, mentre alcuni formati digitali (per esempio quello PDF) mi danno spesso fastidio.
Altre due cose che mi hanno colpita sono stati la traduzione e l’editing che sono stati fatti con cura: si nota, pagina dopo pagina, come abbiano seguito lo stile dell’autrice senza alterarlo in alcun modo.
È stato semplice seguire la trama e la lettura di questa bellissima storia: vorrei fare i complimenti a Sarah Dessen che, con il suo stile delicato, è riuscita a tenermi incollata a ogni singola parola, donandomi molte emozioni e facendomi spesso riflettere su ciò che molte volte non ci accorgiamo di avere.
Il resto della storia gira intorno a Emma che, perdendo la madre da bambina, ha pochi ricordi di lei e per saperne di più fa continue domande al padre. A diciassette anni viene mandata dai nonni materni e sfrutta questa grande opportunità per capire cosa sia successo alla madre e come i suoi genitori si sono incontrati: al fianco di Emma ci sarà Roo, un amico di infanzia che l’aiuterà a scavare nel proprio passato e a cercare le risposte.
Questo romanzo tenero e dolce, mi ha portata a farmi un’infinità di domande, domande a cui vorrei dare delle risposte.
Ci sono sempre domande riguardo i nostri genitori, ma quando uno viene a mancare, le cose si fanno più difficili. Le domande diventano quasi delle spine e si ha quasi paura a porle.
Ho apprezzato molto come è stato reso il plot, senza esagerare e nel rispetto dei personaggi. Dei lettori stessi soprattutto. Penso di non aver mai letto uno young adult di questo genere, mi viene in mente solamente Lascia che accada, una storia comunque molto diversa.
Scoprire la verità e scoprire se stessi è difficile.
Cercare di capire a quale parte si appartiene ancora di più.
Emma lo comprende passo dopo passo, però non è solo questa la cosa importante: non sono solo le risposte trovate, ma molto di più.
I personaggi – come avrete capito – mi sono entrati dentro, li ho amati uno dopo l’altro, davvero, perciò non mi resta che consigliarvi Il resto della storia come prossima lettura e, magari, come libro da regalare a Natale.

 


 

Titolo: Il resto della storia
Autore: Sarah Dessen
Editore: Harper Collins
Prezzo: € 6,99 – € 14,90
Pagine: 414

Emma Saylor ha diciassette anni e non sa molto di sua madre, che è morta anni prima. Di lei ricorda solo la carezza che le faceva poco prima di dormire, mentre le raccontava le storie del grande lago dove era nata. Da allora Emma e suo padre sono soli. La vita scorre tranquilla, finché un giorno Emma viene mandata in vacanza dalla famiglia di sua madre. Quando Emma arriva a North Lake, si accorge che il lago è come “diviso”. Sulle stesse sponde vivono due comunità completamente diverse. Sua madre infatti è nata e cresciuta nella parte popolare, North Lake, mentre suo padre passava le estati nel più ricco Lake North Resort. La cosa strana è che anche Emma comincia a sentirsi divisa in due persone. E poi c’è Roo, l’unico che può svelarle la verità sulla sua famiglia, e che lentamente l’aiuta a ricucire i fili spezzati del suo passato. Per la ragazza è come se si aprisse un mondo completamente nuovo. Ma al momento di ritornare a casa, quale parte di lei avrà la meglio?

 


 PRODOTTO RICEVUTO DA HARPER COLLINS

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: