Recensione in anteprima: “E ogni corsa è l’ultima” di Leila Awad

Odio, amore e apparenza sono le tre parole che mi sono subito venute in mente dopo aver terminato la lettura di E ogni corsa è l’ultima, la nuova creatura in carta in inchiostro di Leila Awad.

Uno sport romance ad alta velocità, sentimenti su di giri e due protagonisti assolutamente agli antipodi.

 

Lei è Daisy, responsabile delle scuderie inglesi Potter, amante dei numeri e dei ragionamenti, che da quindici anni non si prende un momento solo per sé, per essere una donna e non solo un’infaticabile ingegnere.
Lui è Niccolò, italiano, bello da morire, irrequieto, senza un equilibrio che forse cerca e forse non cerca.
Due universi distanti che in comune hanno la passione dei motori, per l’adrenalina che pompa il sangue nelle vene e li fa sentire liberi, e questi due universi distanti riescono insieme a fare scintille. Oltre a una piccola immensa magia di parole e sensazioni.
Ovviamente in questa dicotomia di lui e lei, di logica e inibizione, a fare anche da padrona c’è la Roma di Leila Awad, quella che lei stessa vive giorno dopo giorno e ci mostra spesso su Instagram. E io che la Caput Mundi la amo dal profondo dell’anima, visto che per metà sono di origini laziali, mi sono emozionata nel leggere di chiese e sanpietrini, di colori e arte, di tradizioni e angoli minuscoli che in sé nascondono immense bellezze.
Roma mi ha steso, non solo l’affinità mentale con Daisy, non solo il fascino smodato di Niccolò. La Roma di Leila mi ha ricordato che parte del mio cuore è della Città Eterna, perché in E ogni corsa è l’ultima c’è pure storia, c’è pure il viaggio nel passato per trovare se stessi nel presente (ciò lo capirete solo leggendo).
Quello della Awad è un romanzo brioso, delicato, mai eccessivo, con un lento veloce incedere verso la fine, una fine che ti fa venire voglia di saperne di più, di continuare a chiedersi come sono andate le cose dopo la parola “fine”.
Consiglio E ogni corsa è l’ultima alle lettrici romantiche, a chi ama lo slow burn e le storie odio-amore, a chi vuole fare due passi tra le strade di Roma, o fare un giro spericolato nei circuiti della F1: poiché anche questa volta Leila Awad vi riempirà il cuore di tantissime emozioni, dalle più tenere alle più sensuali, dalle più semplici alle più complicate.
Consigliato.  

 


 

Titolo: E ogni corsa è l’ultima
Autore: Leila Awad
Editore: Selfpublishing
Prezzo: € 2,99 – € 12,00
Pagine: —

DISPONIBILE DA OGGI!

“Lui è mio” è quello che Daisy Potter pensa guardando Niccolò De Santis, con orgoglio, gioia e un pizzico di paura. Su Niccolò ha costruito i propri progetti per il futuro, i sogni, le speranze. Non come fidanzato o come amante, ma come pilota di punta della scuderia di Formula 1, la Potter Racing, di cui sta prendendo le redini.
Quello che Daisy non ha considerato, però, è che Niccolò non è solo il vip che nel tempo libero si improvvisa dj e si accompagna a modelle sui red carpet.
Quando una convivenza obbligata li costringe a mettersi a nudo, in una Roma da scoprire attraverso le parole di un diario antico secoli, ogni distanza comincia ad affievolirsi e quel “è mio” assume tratti diversi. Troveranno il coraggio di affrontare i rispettivi sentimenti o si nasconderanno dietro muri di maschere e paure?

 


 PRODOTTO RICEVUTO DALL’AUTRICE

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: