Recensione in anteprima: “Non cercavo qualcuno da amare” di Amabile Giusti

Quante volte ci guardiamo intorno. Quante volte ci guardiamo intorno e osserviamo la gente che ci circonda. Gente che passeggia mano nella mano con la propria amata metà, gente che chiacchiera allo smartphone più tecnologico del momento, gente che dona qualche monetina al povero mendicante al semaforo.

Li osserviamo e vediamo la superficie.

 

Non vediamo la coppia che non può avere figli e sta facendo l’impossibile per averne. Non sappiamo che per comprare quel telefono quella persona ha risparmiato per un anno. Non penseremo mai che chi fa la carità, poi a casa carica la moglie di legnate.
Vediamo l’apparenza.
La felicità.
Il benessere economico.
L’altruismo.
Non conosciamo le loro ferite, i loro sacrifici, la verità dietro le maschere. Restiamo a galla, osserviamo un altro po’ e andiamo avanti: così quasi accade ad Aron, quando intravede per la prima volta Jane. Una ragazza minuta, misteriosa, con negli occhi la paura e il coraggio, il passo di chi vorrebbe correre però non può. Non può per il terrore di cadere. Non può per il terrore del giudizio. Ma… che passato si nasconde in una creatura dolce quanto la piccola Jane? Quali sono le sue cicatrici? Anche Aron ne ha, di cicatrici?
Amabile Giusti ce le racconta. Ci racconta di questi sfregi sull’anima e il corpo. Che siano veri e propri sfregi, che siano solo astratti, oppure causate da giovani e potenti delusioni. Che siano disegni di inchiostro, un completo firmato, un vestito per niente costoso, un paio di scarpette di danza classica ormai piccole per i piedi di una donna.
Amabile Giusti si racconta – io che la conosco posso affermarlo con un po’ di prepotenza –, si apre a chi sa leggerla, a chi conosce il suo immenso mondo interiore anche solo attraverso le parole scritte: di sicuro per me è una delle poche autrice che mette a nudo realmente la sua anima, che incide sulla carta tutto ciò che dentro le batte forte.
Gioia, nostalgia, speranza.
Ma pure dolore, abbandono, concreta realtà.
I suoi romanzi, soprattutto Non cercavo qualcuno da amare, sono pieni di lei. Pieni di una vivida concretezza e non dei fattarelli narrati tanto per intrattenere un pubblico. Non serve al lettore un pasto precotto, una sbobba che sa di costruito a tavolino. Amabile ci parla di Aron e Jane poiché voleva parlare di loro, di quello che c’è al di sotto della loro superficie, al di sotto della loro pelle, dei loro abbracci, dei loro baci. Perché l’amore, dentro e fuori dai libri, non è soltanto un orgasmo: l’amore è il vedere le cicatrici altrui, provare a sanarle, accettarle se si possono o no sanare.
L’amore è il modo in cui Aron mette in gioco se stesso per Jane.
L’amore è Jane che sboccia, si rinfranca e capisce che può sbranare il mondo con la forza di dieci leone.
L’amore è quando leggi Non cercavo qualcuno da amare, ti emozioni e ricominci daccapo con le lacrime agli occhi e la convinzione che la speranza è dietro l’angolo… basta solo osservare bene!

 


 

Titolo: Non cercavo qualcuno da amare
Autore: Amabile Giusti

Editore:
 Amazon Publishing
Prezzo: € 4,99 – € 9,99
Pagine: 344

DISPONIBILE DAL 17 DICEMBRE 2019

Un grande amore può nascere dalle ceneri di un grande dolore.
Aron ha trentadue anni, è un ricco avvocato di New York e vive in un attico vicino a Central Park. La sua abilità professionale è pari al suo cinico distacco dalle emozioni. Un tradimento d’amore, quando era poco più di un adolescente, ha minato la sua fiducia nel prossimo e sprangato il suo cuore.
Jane ha ventitré anni ed è stata ferita nell’anima e nel corpo. Vive in un piccolo seminterrato nel Queens e fa un lavoro modesto. Non ha amicizie: i legami la obbligherebbero a svelare cosa ha interrotto la sua infanzia e distrutto la sua vita. Non cerca l’amore, è impossibile che qualcuno si interessi a lei, ha troppe cicatrici sul suo corpo e un buio profondo dentro.
Tuttavia, con la complicità di una causa pro bono che costringe Aron a rappresentare Jane in giudizio, lui non può fare a meno di notarla. Jane è così diversa dalle donne che di solito frequenta, così delicata e misteriosa, così poco propensa a cadergli fra le braccia, da esserne incuriosito suo malgrado. Il coraggio di Jane, la sua sensibilità, la sua sensualità inconsapevole lo spingono a voler scoprire cosa nasconde.
La bellezza, però, non è negli occhi di chi la guarda in modo superficiale ma nel cuore di chi la vede davvero: sullo sfondo di una scintillante New York, nascerà un legame tra un uomo che non vuole più amare e una donna che non pensa di poter essere amata?

 


PRODOTTO RICEVUTO DA AMAZON PUBLISHING

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: