Recensione: “La vendetta delle single” di Tracy Bloom

A CURA DI JUDY ABBOT

Nelle calde ore di un week-end estivo, con l’afa che sembra scioglierti da un momento all’altro, mi son detta: «Perché non accendere il mio adorato Kindle per svagarmi un po’?».

L’ho fatto e subito – Puff!– mi cade l’occhio su un nuovo romanzo della casa editrice Newton Compton Editori.

 

«Trama interessante… perché no?!» mi son chiesta.
Perché no, lo dico adesso col senno di poi, mentre sto scrivendo questa mia recensione su La vendetta delle single.
Mi sovviene un proverbio popolare: “La vendetta è un piatto che va servito freddo”ed è quello che fa la nostra protagonista.
Sin dall’inizio ho trovato la cara giornalista Suzie una donna, sì, in carriera, ma con un carattere davvero pessimo.
Senza andare nel cuore della storia: dopo essere stata mollata da un collega via SMS, così come anticipato dalla trama, Suzie trova un modo per vendicarsi e umiliare il suo ex in una maniera unica e originale. Questo espediente le piace così tanto che decide di usarlo per vendicarsi di tutti i suoi ex precedenti (qui devo dirvi che l’ho ammirata, perché avrei voluto avere io la stessa verve).
Intrecciata alle vicende di Suzie, c’è il nostro protagonista maschile Drew: e credetemi di maschile ha ben poco.
Fidanzato da sedici anni con Emily, sta per convolare a nozze, ma si accorge soltanto adesso che non ama più la fidanzata e che è attratto da altri «occhi».
Non vi faccio nessun altro spoiler, però devo dirvi perché sono così perplessa e un tantino delusa: Drew rappresenta un vero e proprio molliccio (se non sapete cosa sono i mollicci, andatevi a leggere la serie di Harry Potter!). Ed è anche una “mezza-checca” (è un termine troppo poco politically correct?). Per carità, anche un uomo può avere i suoi momenti no e abbandonarsi alle lacrime, però Drew lo fa un po’ troppo spesso: dovrebbe essere un uomo, no?
Insomma, non mi è piaciuta la sua caratterizzazione, trovo irreale che esista un maschio così al giorno d’oggi.

 

Cercate il vostro riflesso. Guardate nei suoi occhi e vedete ciò che vede lui. Onestamente e sinceramente. Se vi vede come volete essere viste, nel modo che vi fa risaltare al meglio, saprete che è quello giusto. Avrete l’inizio di una relazione felice.”

 

L’unica cosa che mi è piaciuta di questo romanzo sono i vari riferimenti alle commedie romantiche: Harry ti presento SallyPretty woman, Un amore tutto suoC’è posta per te.
Avete presente il film C’è posta per te con Meg Rayan, vero? Se non l’avete ancora visto, vi consiglio di farlo immediatamente!
Be’, nel film, uno splendido quanto affascinante Tom Hanks, insegna via chat a Kathleen Kelly (sempre la Rayan) a rispondere a tono e al momento giusto. Mentre i riferimenti a Harry ti presento Sally (che io non ho mai visto!) sono il collante che tiene uniti i capitoli, dalle prime pagine fino all’originale finale: vi lascio, infatti, con una citazione che mi è piaciuta (forse l’unica cosa a parte il romanticissimo finale del libro) tratta proprio dal suddetto film. 

 

“E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché, quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.”

 


 

Titolo: La vendetta delle single
Autore: Tracy Bloom
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: € 3,99 – € 9,90
Pagine: 288

Suzie Miller cura la rubrica della posta del cuore per una rivista di successo. Ogni giorno dà consigli a decine di lettori che chiedono il suo aiuto per risolvere i problemi amorosi. Ma quando viene mollata nel modo peggiore possibile – che razza di uomo lascia una donna con un sms dopo esserci andato a letto? – decide che è arrivato il momento di fare qualcosa. Suzie vuole vendicarsi per tutte le volte in cui le hanno spezzato il cuore, mettendola da parte, e ha intenzione di dimostrare che è perfettamente in grado di rendere pan per focaccia. I suoi metodi sono imprevedibili, ma l’umiliazione è garantita… ed è su larga scala. Determinata a portare avanti il piano, comincia a suggerire anche a chi scrive alla sua posta del cuore modi stravaganti per reagire. E le lettere si moltiplicano: tutti vogliono i consigli della Cara Suzie. Al culmine del successo, felicemente single, ha raggiunto il suo obiettivo. O così le sembra, almeno finché un uomo le fa mettere di nuovo tutto in discussione…

 


 

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: