Recensione: “Neve e fango” di Saverio Carlucci

Possono i soldi darci la vera felicità? Può il successo essere il nostro unico obiettivo? E, quando i soldi e il successo arrivano, non abbiamo bisogno di nient’altro al mondo?

Forse le rispose le possiamo trovare in Neve e fango di Saverio Carlucci, edito Leone Editore.

 

Un romanzo breve, ma intenso. Per la storia narrata, le emozioni e le questioni che porta a galla.
Il suo protagonista, Joel DeBlasio, è capo di una società sulla cresta dell’onda e non sa cosa significhi sbarcare il lunario.  La sua vita è fatta di alti, senza bassi. Di notorietà, sesso facile, contratti da firmare, alcol e altro sesso facile. Una vita perfetta, per i suoi standard, finché non ci scappa il morto e la perfezione diventa come la candida neve mescolata al fango. Non solo per l’omicidio, non solo perché la sua immagine viene calpestata: nel romanzo di Carlucci si evince la solitudine dei primi, di quelli che stanno in vetta, con un grande orizzonte davanti, però senza nessuno con cui condividere quel panorama mozzafiato.
Neve e fango non è un thriller puro. A mio avviso ha più colori tra le sue righe, un po’ per i temi trattati, un po’ per le emozioni che l’autore ha cercato di descrivere con semplicità: Neve e fango sembra un romanzo di narrativa, di quelli di nicchia, con un pizzico di mistero e… malinconia.
Lo stile di Saverio Carlucci è lineare e privo di grosse sbavature, nonostante ciò l’ho percepito un tantino verde: non so quanti anni abbia l’autore, ma ho avuto la sensazione che fosse giovanissimo (o che il testo l’abbia scritto in giovane età). Infatti la mia sensazione non è legata alla questione “romanzo d’esordio”, ma a una mancanza di “maturità psicologica”.  In poche parole, anche se Neve e fango è una lettura piacevole e a suo modo intrigante, con un personaggio espressivo e non mono-dimensionale, chi non è un lettore della domenica potrebbe saggiare una sensazione simile alla mia. Ovvero l’assenza di un quid “vissuto”. Ovviamente ciò non mi ha precluso una bell’esperienza letteraria: Neve e fango si lascia leggere in pochissime ore e non ti annoia per niente.

 


 

Titolo: Neve e fango
Autore: Saverio Carlucci

Editore:
 Leone Editore
Prezzo: € 11,90
Pagine: 198

È un giorno importante per il trentenne Joel DeBlasio, capo di una potente società informatica, filantropo e personaggio di spicco della finanza italiana. Sta per concludere un accordo che cambierà per sempre il volto della sua azienda con grandissime ripercussioni sull’intero mondo economico internazionale. Ma prima della firma, l’amministratore delegato della società viene trovato morto. Parte allora un’allucinatoria spirale di intrighi, la macchina del fango che colpisce Joel renderà noti tutti gli aspetti più bui della sua vita. I suoi tormenti, l’ansia, le avventure notturne spinte dall’insonnia, il rapporto patologico col sesso. La lotta di Joel diventa fin da subito ben più importante del dimostrare la propria innocenza. Dovrà affrontare i traumi che da sempre si porta dentro. Ma chi c’è dietro questo piano? E quali interessi vuole proteggere? Sulla sua strada, le uniche che possono aiutarlo sono due donne: Majhda e Silvia. Sono una l’opposto dell’altra, in apparenza una è un angelo, l’altra un demone. Ma entrambe sono avvolte dal mistero, e, soprattutto, sono pericolosamente inquietanti. Ed è allora che scegliere di chi fidarsi sarà cruciale…

 


 PRODOTTO RICEVUTO DA LEONE EDITORE

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: