Recensione: “Ossessione” di Nora Roberts

Una donna e un passato da dimenticare.
Un nuovo nome, una nuova casa, mille progetti in mente: lei è Naomi, coraggiosa e anche fragile, disordinata, con una voglia incredibile di vivere.

 

Ma non tutto va come dovrebbe andare e, questo nuovo nome e questa nuova casa, non la fanno più sentire al sicuro: qualcuno infatti conosce il suo passato – quello del padre! – e vuole farle pagare peccati che non le appartengono!

 


Nora Roberts, famosa per romanzi come Un amore pericoloso (Leggereditore, 2005) o Il giardino dei nuovi inizi (Leggereditore, 2011), in Ossessione dà il meglio di sé.
L’ho ritrovata, dopo due o tre anni che non la leggevo, al pieno delle sue forze narrative. Non c’è invero una virgola che cambierei, in questa sua storia d’azione e amore, in un combo perfetto che sconvolgerà lettori e lettrici.
L’autrice è riuscita a bilanciare bene anche la psicologia dei personaggi con l’aspetto dell’ambiente tutt’intorno: Sunrise Cove, appunto, è ben congeniata e risulta il luogo più adatto a una storia di tale calibro.
Storia che Nora Roberts descrive magistralmente con uno stile ricercato che, comunque, non appesantisce la scorrevolezza del testo.
Credo che sia una delle poche americane a piacermi talmente tanto, soprattutto in Ossessione, da apprezzarne appieno la penna.
Nelle sue parole possiamo trovare il romanticismo, la tensione emotiva, la paura, la rabbia, il dolore, l’umanità in poche sillabe ben studiate.
Ossessione, al momento, per me, è l’opera più bella della Roberts, forse perché questa è una di quelle opere scritte con cuore e mente allo stesso momento, chissà…
Un libro che parla, non solo descrive, capace di entrarti nel cuore dopo pochissime pagine, consigliabile a quelle sognatrici che non hanno mai abbandonato il rosa e vorrebbero iniziare qualcosa di più adrenalinico, ma non rinunciando al lato tenero della narrazione.
Ogni tanto anch’io, amante delle tragedie e dei romanzi di formazione, ho bisogno di quel quid che in sé unisce il crime al sentimento, non eccedendo in nessuno dei due opposti, bensì unendoli magnificamente così come l’autrice è riuscita in Ossessione. Non ha torto, difatti, Booklist nell’affermare che Nora Roberts incanta «con una miscela esplosiva di suspense e romanticismo».
Devo continuare a tesserne ancora le lodi, oppure avete compreso di dover acquistare una copia di Ossessione?

 


 

Titolo: Ossessione
Autore: Nora Roberts
Editore: TimeCrime
Prezzo: € 4,99 – € 18,00
Pagine: 448

Naomi Bowes ha perso la sua innocenza il giorno in cui ha seguito il padre nel bosco, scoprendo la portata degli orribili crimini commessi dall’uomo. Da allora la felicità per lei è un lontano ricordo. Col passare degli anni, però, è riuscita ad andare avanti e a ricostruirsi una nuova vita a chilometri di distanza da tutto ciò che rappresenta il suo passato. Oggi è una fotografa di successo e vive, sotto il nome di Naomi Carson, in una vecchia casa disordinata, il luogo perfetto per un’esistenza anonima e silenziosa. Grazie all’aiuto dei gentili abitanti di Sunrise Cove, in particolare del determinato Xander Keaton, Naomi riuscirà a poco a poco ad abbattere ogni muro e liberarsi della solitudine che da sempre la accompagna. Uno spiraglio di luce e speranza farà capolino nella sua vita, insieme alla voglia di poter vivere come ha sempre desiderato. Ma le colpe di suo padre rischiano di diventare un’ossessione: in città, qualcuno conosce i suoi segreti e a Naomi non resta che scoprire l’identità del proprio persecutore prima che sia troppo tardi…

 


LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: