Recensione: “Tentare di non amarti” di Amabile Giusti

Il sesso è solo sesso? Un’attrazione fortuita tra corpi e un’alienazione della mente? Oppure carne e pensieri vanno di pari passo, quando la tentazione viene a bussare alla propria porta?


E poi che tentazione è quella di un uomo che può avere tutte le donne del mondo, ricche e avvenenti, innanzi a una ragazzetta qualsiasi con una ciocca di capelli a volte rosa e a volte verde?

 

Marcus di certo non ha risposte a queste domande, il tarlo del dubbio gli ha corroso il cervello, in fin dei conti è solo un galeotto in libertà sulla parola, ma Penny – con quella freschezza, quella schiettezza, quel sapergli tener testa – l’ha fregato in tutti i sensi.
E mica era voluto, no, per niente.
Penelope, bassina e quasi senza forme, non avrebbe mai pensato di riuscire a diventare il chiodo fisso di un energumeno così, che a occhio e croce può sembrare un Apollo dal cuore apparentemente di ghiaccio. Ma il ghiaccio si scioglie, no? E forse Penny ci riesce inconsapevolmente, diventando un’amica e un’amante, diventando quella giusta a dispetto di Francisca che è quella sbagliata.
Eppure Marcus è fedele a quest’ultima, una gazzella con i denti avvelenati di un serpente: una donna fatale in tutti i sensi. Un po’ è colpa sua se lui si trova spesso nei guai, un po’ è colpa del loro legame se entrambi sono due schegge impazzite. Dovrebbero vivere separati, ciascuno nella propria prigione dipinta con i colori di un passato doloroso e sanguinante. Perché cattivi non si nasce, si diventa (circuendo le parole di Totò che sicuramente mi avrebbe dato ragione).
Nonostante ciò, Penny si fa strada nel cuore del gigante-giustiziere, giorno dopo giorno, con quel suo fare da angioletto e diavoletto.
Amore, passione, sofferenza. Un trittico di sentimenti che diventeranno una trivella potente che perforerà l’anima del lettore, insistente si insinuerà in essa, raggiungendo la parte più nascosta e intrigata dell’Io. Poiché Marcus e Penny sono ragazzi normali, poveri materialmente e benestanti spiritualmente, giovani allo sbando in un mondo senza freni e morale. Non sono artefatti, non sono paradossali, sono verissimi.
Chiunque, sì, potrà immedesimarsi in loro sia mentalmente che nella pratica. Hanno trascorsi tanto concreti che, giuro, non mi meraviglierei se qualcuno affermasse “Cribbio! È successo anche a me!”.
Morte e violenza non sono, ahimè, un leitmotiv quotidiano?
Amabile Giusti non racconta una storia rosa confetto, piuttosto una storia rossa come la passione carnale e sentimentale, fatta di tangibilità vibrante.
Lo stile dell’autrice, sempre florido e mai pensate, sempre forte e mai scialbo, rende questo new adult (ebbene, per me rientra in tale categoria: non per l’età dei protagonisti, ma per le tematiche trattate) una vera perla del genere, ormai traviato letteralmente dall’erotismo che l’ha banalizzato e tramutato in altro che non è più il vero new adult dai temi torti e ardui.
Non c’è da meravigliarsi, la Giusti ha sempre dimostrato abilità camaleontiche di tutto rispetto: dal romance al fantasy, senza dimenticare la narrativa tosta (quella che in pochi sanno davvero scrivere). Non ha nulla da invidiare alle altre autrici, sia nel panorama italico che in quello statunitense, e mi auguro che il lettore tricolore riconosca la sua bravura una volta per tutte.
Lo dirò e lo dirò ancora: la nostra lingua è una lingua colta, affascinante, lessicalmente cospicua e non potrà mai essere soppiantata dal grigiore dell’inglese. Pertanto, miei carissimi follower, aprite gli occhi e la mente a ciò che la nostra amata Italia può donarci.
Non è necessario andare oltre oceano con i pensieri, per trovare un romanzo avvincente, basta cercare nella nostra bella letteratura, la letteratura sapiente scritta con mente e cuore e… pancia!  

 


 

Titolo: Tentare di non amarti
Autore: Amabile Giusti

Editore:
Amazon Publishing
Prezzo: € 3,99 – € 9,99
Pagine: 340

Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.
Una storia d’amore e rinascita, dolce e sensuale, tragica e catartica. L’incontro di due anime profondamente diverse darà vita a un amore che guarirà il dolore e l’odio del passato.

 


LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: