Review party: “Basta un sorriso” di Penny Reid

Basta un sorriso per riassumere il secondo capitolo della serie Che barba l’amore, ideata dall’irriverente Penny Reid e arrivata in Italia grazie alla giovanissima casa editrice Always Publishing.
Basta un sorriso, sì, ed è infatti il titolo del romanzo dedicato a Jethro Winston.

Un uomo da scoprire, un ranger che ama il suo lavoro poiché il suo lavoro un po’ l’ha salvato dal baratro, un fratello barbuto con un’inaspettata vena romantica.

 

Avevo molte aspettative su Jet, aspettative che sono andate quasi tutte in porto, specialmente quelle riguardo al suo rapporto con la famiglia. È il più grande dei Winston, quello che più ha sbagliato, quello che più ha rimorsi e probabilmente sente più il senso di responsabilità addosso. Mi è piaciuto tantissimo il suo attaccamento alla famiglia, un attaccamento non morboso, ma estremamente emotivo: mi è parso come un Atlante che si porta sulle spalle fin troppi fardelli.
Questa forte componente emozionale che opprime Jet viene stemperata dall’effervescente personalità di Sienna: donna sopra le righe, con battute strambissime sempre sulla punta della lingua, fisicamente non il classico modello standardizzato delle attrici hollywoodiane. Ed è proprio quest’ultima caratteristica – al di là dell’esuberanza peperina della nostra protagonista femminile – ad avermi colpito: Penny Reid ha finalmente sfatato il mito letterario del “sei figa se sei alta quanto una pertica e pesi non oltre i quarantotto chili”. Ora, prima che iniziate a pensare: «Vabbè, questa è la classica cicciottella che acclama la rivincita delle curvy!», vi anticipo che sono una ragazza normopeso che porta una smale. Perciò non sono di parte. Perciò sottolineo con obiettività che l’autrice ha fatto una scelta buona e giusta.
I protagonisti di Basta un sorriso demoliscono infatti i canoni irraggiungibili e abbracciano la quotidianità, perché Jet è imperfetto come qualsiasi uomo e Sienna ha il fisico della donna comune. La loro storia è dolce, passionale, divertente, forse mi aspettavo un ruolo attivo da parte del club motociclistico di cui Jethro faceva parte, visto appunto il suo passato travagliato tra le sue fila, eppure a un certo punto ho avuto la sensazione che la Reid lo abbia fatto di proposito e che abbia in mente qualcosa di ben preciso con Cletus: quindi, cara Always Publishing, quando sganciate il terzo romanzo della serie Che barba l’amore?
Comunque lo stile di Penny Reid si conferma stuzzicante, fresco, diretto, senza fronzoli, perfetto per la commedia rosa. Ti tiene incollata alle pagine a via di risate che sono peggio delle ciliegie. Una tira l’altra per un motivo o per un altro. Be’, l’avevo già affermato nella mia recensione di Obbligo o verità, e voglio ribadirlo anche adesso: le storie della Reid sono un antidepressivo su carta, quasi quasi devi tenerti la pancia per la ridarella, ma… ora datemi Cletus, il re delle salsicce, e nessuno si farà male!

 

 


 

Titolo: Basta un sorriso
Autore: Penny Reid
Editore: Always Publishing
Prezzo: € 5,99 – € 13,90
Pagine: 421

Nessuno riesce a resistere alla comicità e alle curve di Sienna Diaz a Hollywood. Ma la famosa attrice latinoamericana ha un grosso problema col suo ultimo progetto: si è smarrita. Si è letteralmente persa tra le nebbiose montagne del Tenessee nel tentativo di raggiungere la location del suo ultimo film, Green Valley. A salvarla da un labirinto di strade isolate e da un violento alterco con la sua mappa arriva un vero e proprio cavaliere in divisa da Ranger del Parco Nazionale dai modi galanti e il sorriso dal fascino devastante nascosto sotto una folta barba scura. Peccato che il bel ranger sembri non avere la minima idea di chi lei sia…
Jethro è il maggiore dei fratelli Winston, un uomo che ha compiuto delle scelte sbagliate in passato, ma che negli ultimi cinque anni ha lavorato unicamente per riguadagnare la fiducia e il perdono della sua famiglia. Jethro ha evitato le tentazioni e le relazioni superficiali a lungo, ma la donna nella sua macchina, con le sue curve, le sue fossette e la sua irresistibile simpatia sembra davvero fatta apposta per lui. Peccato che Jethro non abbia idea che a Green Valley sia appena arrivata una vera star del cinema… Ma è davvero possibile conciliare una luminosa carriera holliwoodiana e la vita semplice di un ranger dal passato turbolento?

 


PRODOTTO RICEVUTO DA ALWAYS PUBLISHING

LASCIA IL TUO COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Potrebbero anche interessarti

Ecco altri articoli simili a quelli letti di recente!

error: