Recensione in anteprima: “Un cattivo ragazzo come te”

Il momento esatto in cui decidi di mettere la testa a posto è il momento esatto nel quale i guai ti piombano addosso con il doppio delle conseguenze.
Sei lì, tutto indaffarato a rimettere in ordine la tua vita, quella maledetta vita che cerchi di combattere e non sai nemmeno il perché, e spunta l’imprevisto. Un imprevisto… impossibile?
E perdi quel poco di certezza che hai, quella misera e precaria stabilità che hai conquistato a suon di rinunce e autorecriminazione.
Questo è ciò che sta vivendo Tim Mason, diciassettenne scombinato, che frequenta già gli alcolisti anonimi, che vive in un piccolo appartamento sul garage di una casa sovraffollata di bambini e adolescenti, che ha una lista “particolare” appesa al frigo come monito.
Tim, in questo guazzabuglio di pasticci, porta con se Alice Garrett, la sorella maggiore del suo migliore amico.
Tra loro c’è elettricità, tante di quelle battutine e sorrisi, ma Alice è più grande di lui di un anno (e qualcosa in più?) e ha tanti pensieri per la testa: il padre infortunato, l’ennesimo fratellino/sorellina in arrivo, le bollette da pagare e i soldi che mancano

Recensione in anteprima: “Playlist. L’amore è imprevedibile”

Quante volte ho detto e ridetto che adoro le storie d’amore nate dall’amicizia? E, perciò, quando leggo la trama di un romanzo nel quale i protagonisti sono amici e poi si innamorano e poi chissà… non posso non leggerlo, no!? È stato infatti questo input ad avermi spinto verso Playlist, da oggi disponibile in Italia grazie alla casa editrice De Agostini.
Uno young adult divertente, irriverente, pieno di spunti, con tanta tenerezza, fragilità e speranza. Uno young adult come pochi in giro, con una trama semplice, semplicissima forse, che si fa leggere con una facilità incredibile: ho impiegato poche ore per terminarlo, uno dei pomeriggi più rilassante degli ultimi mesi.
Mi è piaciuto, l’ho trovato delizioso e leggero, ma anche profondo, perché June – capricciosa e sfrontata e borbottante June – mi ha ricordato molto la mia adolescenza. Quella voglia di finire il liceo e iniziare una nuova vita, di sentirmi adulta anche se ancora in effetti ero una ragazzina, quella prepotente ambizione di rivalsa che nasce dal proprio desiderio di indipendenza. June è un concentrato di polvere da sparo, pronta a far saltare in aria chiunque può guastare i suoi sogni per l’avvenire, mentre Oliver, dal canto suo, vive coi piedi ben piantati nel presente.

Recensione in anteprima: “Un cuore bugiardo”

Quando rimani senza una casa, quando rimani senza speranza, quando rimani solo al mondo: cosa puoi o devi fare? Arrenderti? Arrabbiarti? Azzardare?
Quando capisci di aver commesso tanti sbagli, quando ti carichi di troppi fallimenti, quando hai il cuore a pezzi: cosa pensi di te? Di essere sbagliato? Di non meritare nulla? Di non valere nulla?
West Young è un ragazzo senza direzione e meta, senza la consapevolezza di chi in verità sia, un ragazzo con molti demoni dentro che ora lo stanno risucchiando in una spirale fatta di rimpianti.
Non è però solo in questa discesa verso l’inferno: con lui c’è Haley.

error: